zero.eu, giugno 2015
Festival delle Colline Torinesi

I 20 anni delle Colline, a Torino dall'1 al 20 giugno

Di “collinare”, a fare i pignoli, sono rimasti ormai solo gli aperitivi a base di ciliegie di Pecetto. Ma è improbabile che Torino Creazione Contemporanea - Festival delle Colline Torinesi, “le Colline” per gli affezionati, decida di rinunciare al suo nome storico proprio ora, al traguardo dei 20 anni.
In formato 20x20x20 - anni, giorni, spettacoli - il festival celebra così un compleanno importante, omaggiando illustri madrine come Galatea Ranzi e Marisa Fabbri con un’edizione decisamente al femminile, in cui persino Macbeth (nella versione di Chiara Guidi) è donna.
Ci sono mogli terribili come la Clitennestra di Ricci/Forte, figlie che non vanno d’accordo con i padri (Vacis), nonne che si suicidano per la crisi (Deflorian/Tagliarini) e pasionarie libanesi (Lina Majdalanie) che il velo, invece di indossarlo, lo usano per dipingere (Zena el Khalil).
E poi, ovviamente, ci sono le mamme. Quelle (vere) berlinesi, in scena con le loro enfants terribles She She Pop; le madri della patria, come il Nobel birmano Aung San Suu Kyi, di cui il Teatro delle Albe racconta la vita agli arresti; per finire con la gigantesca MA di Pasolini, messa in scena da Latella: ingombrante e italianissima.


Giorgia Marino | 2011