zero.eu, marzo-aprile 2012
The Coast of Utopia

La trilogia di Tom Stoppard

Prendi Bakunin, Herzen, Belinskij e Turgenev, circondali del loro clan di amici filosofi e scrittori e mettine in scena la vita quotidiana nella temperie rivoluzionaria di metà ‘800, fra intrecci amorosi, preoccupazioni domestiche, fughe a Parigi e tubercolosi.
Ammetto che, detta così, sembra una versione intellettuale di “Beautiful”, con i padri spirituali della Rivoluzione russa al posto di Ridge e compagnia.
Ma essendoci di mezzo Tom Stoppard, geniale autore di Rosencrantz e Guildenstern sono morti nonché sceneggiatore di Shakespeare in love, lo spiazzamento è assicurato.
E il rischio pennichella da maratona teatrale dovrebbe essere scongiurato…

Giorgia Marino | 2011